22. agosto 2017

Al riassunto

Rivendicazioni salariali 2018

L’impegno va premiato – Le rivendicazioni salariali della Società degli impiegati del commercio per il 2018

Zurigo, 22 agosto 2017

La Società degli impiegati del commercio chiede, a seconda del settore, un aumento salariale tra lo 0,75% e l’1,5% per il 2018. L’economia svizzera continua a crescere e nella maggior parte dei settori si registra un andamento positivo. Inoltre i prezzi al consumo tornano ad aumentare dopo anni di stagnazione.

La Società degli impiegati del commercio ritiene che per l’anno prossimo un aumento retributivo di almeno lo 0,75%, in singoli casi anche fino all’1,5%, sia giustificato in tutti i settori. L’economia svizzera è in piena ripresa, tanto che le previsioni congiunturali rimangono positive per quanto riguarda lo sviluppo economico del paese. Le imprese che hanno particolarmente sofferto l’apprezzamento del franco svizzero si sono perlopiù adeguate alle nuove condizioni quadro. Anche le ultime previsioni sul mercato del lavoro evidenziano per tutta la Svizzera le migliori aspettative occupazionali degli ultimi tre anni. Lo scorso anno si è registrato un incremento del consumo privato, mentre la performance del consumo pubblico e degli investimenti è stata persino superiore. L’industria svizzera dell’export cavalca l’onda della ripresa globale, nonché della crescita complessiva della produzione industriale della zona euro.

In questi ultimi, impegnativi anni le imprese svizzere hanno dato prova di solidità e competitività, successo da imputare in primis all’impiego massiccio dei loro collaboratori. Lo scorso anno una tendenza al rialzo è stata registrata nella maggior parte dei settori. In particolare, l’industria MEM, notoriamente votata all’export, approfitta ampiamente del deprezzamento del franco svizzero, nonché della buona congiuntura internazionale. Ma ancora più positivo è risultato l’andamento del settore chimicofarmaceutico. I bassi tassi d’interesse e la carenza di investimenti alternativi hanno messo l’edilizia su un binario di crescita sostenuta. Da inizio anno i fatturati del commercio al dettaglio sono di nuovo in aumento. Malgrado l’elevata pressione sui margini, le misure di risparmio nel settore bancario e assicurativo stanno dando frutti sempre più significativi. Per quanto concerne le telecomunicazioni e l’informatica, la domanda tendenziale a lungo termine e la progressiva digitalizzazione si stanno traducendo in risultati molto positivi.

Per diversi anni i prezzi non sono aumentati. Per l’anno in corso e quello successivo si prevedono per la prima volta rincari fino allo 0,5%, un ulteriore circostanza che giustifica un aumento delle retribuzioni. Le inesplicabili differenze salariali tra lavoratori e lavoratrici vanno eliminate. L’incessante evoluzione del mercato del lavoro si traduce nell’esigenza di profili professionali più sofisticati. Pertanto, nei loro piani di investimento, le imprese sono tenute a tenere adeguatamente conto dei contributi per la formazione e il perfezionamento dei collaboratori.

Contatto

Nicola_Giambonini

Nicola Giambonini
Direttore SIC Ticino
Telefono +41 91 821 01 01