KV_Business_Excellence_Single_34_0082_RGB_300dpi

Un'era di grandi cambiamenti

La digitalizzazione e l’automazione stanno trasformando la natura stessa del lavoro, a tal punto che ci si chiede come evolveranno alcune forme di lavoro e quali saranno le professioni future.

Le professioni del commercio e della vendita sono e saranno fortemente toccate da queste trasformazioni. Come stanno evolvendo i profili di competenze? Cosa chiedono le aziende? Come orientare e riorientare la formazione nelle professioni commerciali e della vendita anche dal punto di vista dei metodi didattici?

Per fornire delle prime risposte a queste domande nella forma di qualche spunto di riflessione, SIC Ticino e SCC hanno istituito nel 2017 il “Tavolo di lavoro delle professioni del commercio e della vendita” che ha visto la partecipazione dei principali stakeholder economici e istituzionali nell’ambito delle professioni del commercio e della vendita con due obiettivi principali.

Identificare bisogni e possibili interventi

Questi obiettivi consistono nell’identificare per la Svizzera italiana i bisogni emergenti legati alla trasformazione del mondo del lavoro – dovuti alla digitalizzazione e il loro impatto sulle professioni e sulle professionalità del commercio e della vendita. Inoltre bisogna identificare dei possibili interventi che permettano di accompagnare questo cambiamento a beneficio delle aziende, dei professionisti del commercio e della vendita e del territorio.

I lavori del Tavolo hanno portato alla definizione di misure di sensibilizzazione e alla definizione di cinque campi d’intervento. All’interno di questi sono state inserite delle proposte di misure d’intervento che toccano sia i contenuti disciplinari sia i principi e gli strumenti didattici relativi alla formazione nei settori commerciali e della vendita.

Alcune delle misure di sensibilizzazione

La formazione commerciale e della vendita futura dovrà promuovere e incentivare l’aggiornamento continuo dei contenuti tecnici per preparare i giovani in formazione ad un mondo del lavoro sempre più digitalizzato. Ciò significa, da una parte, allargare lo spettro delle materie tecniche (oltre l’informatica tradizionale) e, dall’altra, introdurre, progressivamente e in modo trasversale, nelle diverse materie curriculari, le tecnologie digitali.

La formazione commerciale e della vendita deve essere una solida base di partenza su cui costruire percorsi professionali adatti alle esigenze del mondo del lavoro. Si tratta di una formazione di generalista che verrebbe accompagnata da un servizio d’orientamento che aiuti i ragazzi a fare, in seguito, scelte professionali più specialistiche.

Il ruolo del docente si completa: è importante sensibilizzare e aggiornare i docenti sull’evoluzione del loro ruolo che, accanto al ruolo di dispensatore di sapere, si sviluppa anche quello di coach-accompagnatore nella co-costruzione di conoscenze e di competenze.

Istituire annualmente una “Giornata del commercio e della vendita digitale”. Lo scopo è di permettere alle aziende di confrontarsi e informarsi sulle ultime novità del settore.

Promuovere e, laddove è possibile, creare percorsi, corsi e moduli a blocchi tematici. Favorire una formazione modulare e modulabile.

I cinque campi d’intervento

attitudine_intraprenditoriale

La formazione di domani dovrà favorire, oltre all’insegnamento delle competenze tecnico specifiche, uno sviluppo personale utile ad affrontare la vita con coscienza e consapevolezza di sé. Ciò significa favorire e promuovere lo sviluppo di una serie di attitudini e un modus operandi caratterizzati da creatività, resilienza, tenacia, progettualità e da gusto per il rischio.


Compartecipazione

La formazione futura dovrà essere sempre più vicina alle aziende. Sarebbe da sviluppare attraverso approcci innovativi che integrino le attività aziendali e formative. Questo dialogo bidirezionale deve toccare sia i contenuti (le materie o gli approfondimenti), sia le modalità didattiche (simulazioni, attività in azienda, testimonianze a scuola, analisi di casi pratici reali, ecc.).


Formazione-aggiornamento

L’efficacia della formazione di domani passa dalla formazione di base e dall’aggiornamento continuo dei formatori. Deve fornire loro le competenze ricercate dal mercato, nella consapevolezza che il ruolo del docente sta evolvendo da dispensatore di sapere a coach accompagnatore nella co-costruzione di conoscenze e competenze.


Competenze_disciplinari

I contenuti delle materie e le metodologie didattiche dovranno essere costantemente aggiornati, senza dimenticare le solide basi disciplinari e specifiche al settore commerciale e della vendita, valide ancora oggi.


Lingue_e_mobilità

La conoscenza del contesto locale e globale, unitamente alla capacità di entrare in relazione con attori diversi sono competenze che il mercato cerca con insistenza. Queste competenze vanno costruite attraverso modalità diverse, la conoscenza delle lingue e le opportunità di scambio oltre i confini cantonali.

SIC Ticino
Via Vallone 27
6500 Bellinzona

091 821 01 01

info@sicticino.ch