Navigazione delle pagine & ricerca

Trovare un nuovo lavoro con gli strumenti adeguati

Una candidatura convincente le garantirà il successo nella ricerca del lavoro. Le offriamo un supporto concreto per trovare il lavoro dei suoi sogni, aiutandola nella stesura di un dossier di candidatura professionale e individuale e fornendole consulenza per il prossimo colloquio di selezione.

Ecco come trovare il lavoro dei suoi sogni

La maggior parte dei lavori oggi viene pubblicata online, ed è proprio sulla rete che si concentra anche la ricerca del posto di lavoro. La ricerca su internet le offre svariate possibilità. Le suggeriamo di adottare un diverso approccio in base alla tipologia di piattaforma.

  1. Per agevolarla nella ricerca del lavoro dei suoi sogni nel settore commerciale ed economico-aziendale, abbiamo avviato una collaborazione con jobchannel AG, che ha portato alla nascita della piattaforma di ricerca di lavoro kv-stelle.ch. Oltre alle attuali 10 000 posizioni aperte, sul sito trova interessanti informazioni e suggerimenti utili sul mondo del lavoro nel settore commerciale ed economico-aziendale.

    Allineiamo il suo abbonamento al suo CV

    Passare quotidianamente al setaccio la rete alla lunga sfinisce, soprattutto se non si hanno le idee del tutto chiare su ciò che faccia meglio al caso proprio. Elaboriamo per lei un abbonamento di ricerca del lavoro in linea con il suo CV. Le basterà caricare il suo curriculum vitae su kv-stelle.ch/cv-service e indicarci l’indirizzo e-mail con cui desidera che impostiamo il suo abbonamento personale di ricerca del lavoro.

    Questo servizio è disponibile in esclusiva per i membri della Società degli impiegati del commercio

    Informazioni necessarie:

    • numero di affiliazione SIC
    • indirizzo e-mail con cui creare l’abbonamento
    • CV in formato PDF
  2. Spesso le imprese pubblicano le posizioni vacanti solo sul proprio sito web evitando gli annunci a pagamento sulle piattaforme di ricerca del lavoro. Pertanto, se lei sa già presso quale azienda le piacerebbe presentare la propria candidatura, vale la pena di scegliere questa via più diretta. Per presentare il dossier di candidatura, spesso le verrà chiesto di compilare un modulo online. Presti attenzione all’ortografia. Se vi è la possibilità di allegare ulteriori file quali curriculum o diplomi attraverso una funzione di upload, lo faccia utilizzando un formato leggibile. Anche in questo caso è più opportuno ricorrere a file in PDF, tuttavia di norma nei moduli online vengono specificati il formato richiesto e le dimensioni massime del file.

  3. Oltre alla pubblicazione dei posti di lavoro attraverso i canali tradizionali, le imprese utilizzano sempre più spesso network professionali quali LinkedIn o Xing. Molte utilizzano le piattaforme per un recruiting attivo, ossia esperti di risorse umane si mettono alla ricerca di profili professionali o candidati idonei. Pertanto è utile creare un proprio profilo professionale.

    Cose da fare e da non fare

    • Crei un’immagine di sé veritiera sui social media: chi imbroglia di norma viene presto smascherato.
    • Verifichi che le informazioni fornite siano coerenti. Chi desidera creare un profilo su LinkedIn, deve allinearsi anche nelle proprie attività su Twitter.
    • Verifichi di adottare il giusto tono e si esprima in maniera consona sui canali social media, come farebbe durante un colloquio di selezione.
    • Non mischi i suoi profili social professionali e privati o perlomeno stabilisca in modo mirato chi può visualizzare le informazioni e quali.
    • Non pubblichi un eccessivo numero di post e commenti, a tal riguardo è opportuno usare moderazione.
  4. Prenda l’iniziativa e attivi un annuncio accattivante su di sé sulle piattaforme interattive di ricerca del lavoro. Imposti il suo annuncio mantenendolo quanto più possibile sintetico e conciso. Chi legge deve poter cogliere al volo ciò che ha da offrire e ciò che sta cercando.

  5. Con una candidatura spontanea sceglie di inviare a un numero selezionato di imprese il suo fascicolo con una lettera di accompagnamento senza rispondere a un preciso annuncio di lavoro pubblicato. Le consigliamo di prendere prima contatto telefonico con un responsabile del personale per capire se l’azienda sia interessata a ricevere candidature spontanee. In caso contrario corre il rischio che la sua candidatura si perda nella marea di e-mail ricevute o, nel caso peggiore, che non venga affatto visionata. Inoltre i responsabili del personale avranno la possibilità di inquadrare meglio il suo CV. Per il suo carattere aspecifico, la candidatura spontanea spesso può servire in futuro come apriporte.

Consigli per il dossier di candidatura

Nella redazione di un dossier di candidatura professionale occorre rispettare alcune regole formali e contenutistiche. I nostri consigli si basano sui comuni standard di HR e vengono aggiornati costantemente dai nostri esperti.

  1. Cosa deve contenere?

    • Lettera motivazionale
    • Curriculum vitae
    • Diplomi
    • Certificati
    • Attestato di lavoro e di partecipazione a corsi

    In che formato devono essere allegati i diplomi e i certificati?

    • Devono essere raccolti in un unico file PDF
    • Collocare in cima le esperienze più recenti

    Cos’altro occorre considerare?

    • Verifichi che il dossier sia strutturato in modo chiaro. I documenti elettronici devono essere incisivi e in formato PDF. Si assicuri inoltre di non superare le dimensioni massime indicate per i file nelle specifiche della candidatura. Se inserisce dei link, questi devono essere brevi e funzionanti.
  2. Quali informazioni deve contenere la lettera motivazionale?

    • Motivo della candidatura, ossia perché l’inserzione la interessa e perché sta cercando lavoro.
    • Le caratteristiche che la rendono idoneo al lavoro.
    • La sua formazione e le sue esperienze.

    Suggerimenti per lo stile di scrittura

    • Giunga rapidamente al dunque, sia conciso nelle argomentazioni e formuli frasi incisive.
    • Eviti inutili fronzoli e ripetizioni.
    • Presti attenzione alla correttezza ortografica e si assicuri di utilizzare un buon italiano, eviti di ricorrere a lettere standard.
    • In internet troverà numerosi modelli di testi. Non si limiti a copiarli ma tragga ispirazione da questi modelli di candidatura.
    • In base al settore o datore di lavoro cambia il tono da adottare. Banche, assicurazioni, autorità, studi legali o agenzie di comunicazione: si tratta di mondi completamente diversi tra loro, la sua lettera motivazionale pertanto può essere più o meno formale.
  3. Come deve essere strutturato il CV?

    • Due pagine al massimo
    • Organizzato in ordine cronologico e tematico
    • Collocare in cima le esperienze più recenti
    • Evidenziare gli aspetti più importanti

    Quali informazioni deve contenere il CV?

    • Dati personali
    • Fotografia realizzata da un professionista
    • Dati di contatto
    • Esperienze professionali
    • Ulteriori informazioni sulle sue esperienze/il suo impegno (ad esempio, soggiorni all’estero, lavoretti, attività di volontariato, ecc.) possono essere aggiunte in ordine cronologico.
    • Formazione scolastica, istruzione e perfezionamento professionale
    • Competenze tecniche
    • Competenze informatiche
    • Lingue
    • Eventuali hobby
    • Eventuali referenze (possono anche essere presentate in un secondo momento)
    • Preavviso

    Cos’altro occorre considerare?

    • Rifletta su chi valuterà il suo curriculum. Quali informazioni sono importanti? Quali attestati o certificati potrebbe tralasciare?
    • Chieda a qualcuno di leggere e correggere il suo curriculum. Non si conceda nessun errore di ortografia, eviti le ripetizioni e riporti solo informazioni pertinenti.
    • Sia onesto. Sono assolutamente da evitare conoscenze, competenze ed esperienze inventate.
    • Metta in evidenza le capacità e le competenze che la rendono idoneo alla posizione ricercata.

Presentarsi sicuri di sé al colloquio conoscitivo

Una volta invitato a un colloquio conoscitivo avrà alle sue spalle l’ostacolo maggiore. Ora ha l’opportunità di presentare direttamente la sua personalità e le sue capacità.

    • Si presenti puntuale, la prima impressione è importante!
    • Porti al colloquio una copia dei suoi documenti di candidatura.
    • Ringrazi per la disponibilità a incontrarla.
    • Ascolti con attenzione.
    • Prenda appunti.
    • Ponga delle domande, mostrerà così interesse e potrà evitare dubbi.
    • In cosa consisteranno le sue future mansioni?
    • Chi sarà il suo responsabile?
    • Con chi lavorerà?
    • Quali condizioni di lavoro sono previste?
    • Che salario può aspettarsi?
    • Vi sono possibilità di avanzamento e opportunità di formazione continua?
    • Perché vuole cambiare posto di lavoro?
    • Perché ha risposto a questo annuncio di lavoro? Perché per questa azienda?
    • Cosa si aspetta dalla sua attività futura e dai suoi superiori?
    • Perché ha scelto questo corso di perfezionamento piuttosto che un altro?
    • Quale retribuzione si aspetta?

    In caso di lacune nel suo CV, dovrà chiarirle durante il colloquio. Se ha cambiato numerosi datori di lavoro, potrebbero esserle poste delle domande in merito.

Contatto